Intervista esclusiva a Espedito D’Antò di Exp Consulting: “Il vero segreto, per una comunicazione efficace, è essere se stessi anche sul web”

Che cos’è oggi il web marketing per Espedito D’Anto? 

Più che web marketing io userei il termine identità web, decisamente più ampio.

Il marketing, è ristretto solo a chi vuole vendere o raggiungere un obiettivo specifico, mentre digitalizzare la propria identità è la base dalla quale si deve partire per poi eventualmente iniziare a servirsi del web marketing.
Siamo ormai ad un punto che segna una fase storica importante. Il web oggi è uno spazio virtuale strettamente collegato alla vita reale. tutto quello che facciamo sul web ha delle conseguenze anche in campo reale e quindi è sempre più importante essere educati ad usare gli strumenti che abbiamo a disposizione.
Chiaro che, rappresentando il web una platea sempre più vasta di utenti, diventa uno strumento necessario a tutte le aziende o professionisti che vogliono svilupparsi e quindi c’è sempre più richiesta di professionisti che sappiano mettere in pratica il web marketing.

Quanto è importante saper comunicare il proprio prodotto attraverso l’online?

E’ fondamentale! l’elemento essenziale per comunicare bene sul web è saper mettere in correlazione esigenza dell’utente, con offerta dell’azienda, ossia garantire il miglior risultato di ricerca attiva o raggiungere la platea giusta con le pubblicità passive.
Mi spiego: se un utente cerca sul web delle scarpe può avere diverse intenzioni:
1- sta semplicemente cercando informazioni,
2- sta cercando un negozio fisico dove acquistarle
3 – vuole acquistare direttamente online.
Queste sono tre tipologie di utenti diversi, che hanno abitudini diverse e quindi è chiaro che il risultato non è strettamente collegato al prodotto ma al rapporto tra ricerca dell’utente e obiettivo dell’azienda.
Se ho un blog ad esempio, sarò interessato a raggiungere la platea che cerca informazioni,
se ho un negozio fisico sarò interessato a raggiungere la platea di chi cerca sul web ed acquista al negozio fisico, se sono un e-commerce sarò interessato a chi acquista online.


Le professioni digitali sono ormai ampiamente diffuse anche in Italia ma troppe volte le aziende si affidano a consulenti o web agency senza competenze ed esperienza. Quanto è importante una regolamentazione seria del settore con un riconoscimento della professione coadiuvata anche da una formazione continua?

Purtroppo (o per fortuna) l’attività del comunicatore web è cresciuta e si è sviluppata talmente in fretta che nemmeno il legislatore, ha fatto in tempo a prevedere delle norme in merito.
Molte aziende si trovano a servirsi di persone ancora poco esperte perché, essendo una professione nuova; non ha punti di riferimento nel regolamentare l’attività.
Non esiste un contratto collettivo nazionale del lavoro, non esiste un corso di laurea e non esiste un albo professionale.
Questa situazione genera da un lato un platea di ragazzi e professionisti spaesati che, se pur bravi e predisposti per questo lavoro, non hanno ancora dei punti di riferimento e dall’altra parte le aziende che non sanno come verificare le competenze di un professionista se non sul campo e, se l’agenzia non è all’altezza di quell’incarico, lo si può sapere solo quando la frittata è fatta.

Quali sono le prospettive del Made in Italy nel mercato digitale internazionale?

Il Made in Italy è un prodotto che avrà sempre delle ampie prospettive in campo internazionale, sia per la qualità che offre, sia per il fascino che suscita all’estero. più che altro dovremmo essere noi italiani più organizzati come Paese, per la tutelare le nostre eccellenze.
Probabilmente i nostri prodotti sono più apprezzati e tutelati all’estero che in patria e questo deve far riflettere.

In Italia statisticamente su 10 startup che nascono solo 2 continuano il loro percorso aziendale proficuamente, Qual è il motivo ? e quanto deve investire in marketing una startup in che si trova nella sua fase di avviamento?

A mio personalissimo parere questo dato deriva dal fatto che la costituzione di un progetto startup ad un certo punto è diventato più uno slogan tra i giovani spaesati che la vera volontà ad impegnarsi anima e corpo con dei sacrifici in un progetto innovativo.
Molti credono che fare startup vuol dire avere un’idea innovativa e venderla per milioni di euro ad un investitore vivendo poi tutta la vita di rendita senza lavorare. Pochi sono disposti a fare dei sacrifici e lottare per anni prima di iniziare a vedere i frutti del proprio lavoro, e questo purtroppo è il male che affligge le nuove generazioni. ecco perché su 10 startup solo due vanno avanti, tutto dipende da quali presupposti hanno generato l’idea e il progetto.

Quali sono le professioni del futuro?
Crede che anche quelle attuali, ‘piu classiche’ siano di fronte a un vero e proprio cambiamento epocale?

Credo che più della metà che ragazzi che oggi studiano a scuola faranno domani un lavoro che oggi non esiste o che sarà completamente diverso in base alle nuove tecnologie.
Ci saranno tante professioni nuove e la maggior parte delle professioni esistenti si svolgeranno in maniera del tutto diversa.
Esatto, siamo di fronte ad un vero e proprio cambiamento epocale, che metterà al servizio del lavoro tante opportunità nuove, stimolanti e divertenti,
Quello che temo è che la maggior parte dei nostri giovani, non sono ancora pronti, non hanno esempi da seguire e proprio per questo rischiano di confondere questi cambiamenti in disastrosi anziché vantaggiosi.

Infine, una domanda sulla comunicazione politica: l’utilizzo dei social media in politica è diventato ormai strategico, credi che sia comunque ancora necessaria un’indole e un’abilità comunicativa personale e autorevole del politico oppure i social hanno permesso di scavalcare anche questo aspetto dando spazio solo al ‘sentiment’ popolare?

Assolutamente si! Come dicevo alla prima domanda, è necessario comunicare sul web quello che si è nella realtà, altrimenti è una strategia che dura poco.
Se il personaggio è educato e professionale dovrà essere sul web professionale.
Se è grintoso e polemico dovrà comunicare in maniera grintosa.
Il vero segreto, per una comunicazione efficace, è essere se stessi anche sul web, è una strategia che porta sempre risultati e questo vale per la politica come per le aziende o per i professionisti.

Articolo Pubblicato da Agenzia Stampa Italia

http://www.agenziastampaitalia.it/economia/45625-intervista-esclusiva-a-espedito-d-anto-di-exp-consulting-il-vero-segreto-per-una-comunicazione-efficace-e-essere-se-stessi-anche-sul-web